Ladri in azione al “Palazzetto delle aste” di Brusnengo, il capannone che si affaccia sulla Biella-Laghi, dove vengono venduti a prezzi stracciati prodotti provenienti da fallimenti e aste.

Praticato foro nel muro

I ladri – una banca di specialisti – hanno praticato un foro nel muro, nella parete posteriore del magazzino, sono entrati e hanno fatto manbassa di centinaia di capi d’abbigliamento di varie marche e fatture, sia da donna sia maschili, per un valore di migliaia di euro.

Colpo studiato

La gang di ladri ha studiato il colpo alla perfezione. Nel punto in cui la parete è stata sfondata, infatti, il raggio d’azione delle telecamere non arriva. E’ stato inoltre reso inoffensivo il sistema d’allarme volumetrico e sono state disinstallate le telecamere che avrebbero ripreso i ladri in azione. Il proprietario del “Palazzetto delle aste” è un milanese di 55 anni che è stato subito informato del furto. Ad oggi non è stato ancora verificato con certezza quanta merce è stata rubata nonché l’ammontare complessivo dei danni.

Leggi anche:  Stroncato da infarto, addio a Roberto

Indagano i carabinieri

Delle indagini se ne stanno occupando i carabinieri che hanno subito effettuato i rilievi di rito alla ricerca di eventuali tracce lasciate dai ladri. La gang deve avere utilizzato un capiente furgone in quanto all’esterno del capannone sarebbero state trovate inequivocabili tracce di pneumatici.