Incidente mortale ieri sera intorno alle 19 in superstrada, nel tratto compreso tra lo svincolo di Vigliano e quella di Chiavazza, in direzione di Biella. Un uomo di 66 anni, Roberto Lanza, residente a Biella, è morto per le gravi ferite riportate nello scontro. Era stato soccorso già in condizioni gravissime e portato in ospedale, ma nonostante i medici abbiano fatto il possibile per salvarlo, il cuore dell’uomo non ha retto al forte trauma e ha cessato di battere.

L’auto avrebbe tamponato il motocarro

La vittima viaggiava verso Chiavazza al volante di un motocarro a tre ruote. Aveva accanto il fratello Maurizio (che ha per fortuna riportato ferite giudicate guaribili in pochi giorni). Per causa al vaglio della Polizia stradale, duecento metri prima dell’uscita di Chiavazza, una Renault Laguna condotta da un uomo (rimasto illeso) ha tamponato il motocarro che si è ribaltato.

La rapidità dei soccorsi non è bastata

Per il conducente non c’è stato più nulla da fare nonostante la rapidità dei soccorsi. Oltre ai sanitari del “118”, sono arrivati lungo la “super” i Vigili del fuoco che hanno estratto il conducente del motocarro dall’abitacolo. Nel frattempo, mentre la Polstrada si occupava dei rilievi, i carabinieri del Nucleo radiomobile e quelli del comando di Occhieppo Superiore, hanno chiuso la superstrada in entrambi i sensi di marcia da Biella a Vigliano. L’arteria è rimasta chiusa dalle 19 alle 23 circa per consentire i rilievi, la rimozione dei mezzi coinvolti nello scontro e la pulizia del tratto di strada.

Leggi anche:  In cella con il cellulare nascosto tra i vestiti

I PARTICOLARI LI POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA