Il passaporto era modificato. Patteggia cittadino mongolo arrestato a febbraio dalla polizia.

Il passaporto era modificato

Accusato d’aver alterato le date di validità di un passaporto apparentemente rilasciato dalle autorità della Mongolia nonché stato trovato in possesso di due cacciavite e di un coltellino Pure Ochir Bayarsaikhan 37 anni, mongolo, ha patteggiato davanti al giudice, Paola Rava, una pena di un anno e sei mesi di reclusione con la condizionale.

La difesa

Era difeso dall’avvocato Emanuele Luppi di Verona. L’imputato, che non era presente all’udienza, era stato inoltre colpito dal divieto di dimora per tre anni nella provincia di Biella.

Leggi l’articolo completo su Eco di Biella in edicola oggi, lunedì 24 giugno

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE