Identificati a tempo di record i rapinatori del distributore di Quaregna.

Sono loro

Sono stati identificati e denunciati a tempo di record dai carabinieri, i due banditi che, a volto scoperto, hanno rapinato ieri pomeriggio alle 17 il distributore IP di via Quintino Sella a Quaregna, di fronte al supermercato Esselunga. Il bottino ammonta a circa tremila euro.

Testata al benzinaio?

I due rapinatori hanno aggredito il titolare dell’impianto di 60 anni (pare che lo abbiano colpito con una violenta testata) e si sono fatti consegnare l’intero incasso. Subito dopo si sono allontanati a tutta velocità a bordo di una Smart di colore scuro. Non è chiaro se i due fossero o meno armati. Il benzinaio – oltre al comprensibile spavento – avrebbe riportato ferite giudicate guaribili in pochi giorni.

Le indagini

I particolari della rapina sono ancora al vaglio dei carabinieri del Nucleo operativo di Cossato – coordinati dal capitano Siddi – che hanno visionato il filmato registrato dalle telecamere a circuito chiuso dell’impianto e raccolto tutte le testimonianze utili per poter ricostruire nel dettaglio l’aggressione. Grazie alla rapidità con la quale sono iniziate le indagini, sin dai primo momenti, tra gli investigatori dell’Arma di Cossato, tirava un’aria di cauto ottimismo, segno che i due banditi sarebbero stati presto identificati come, in realtà, è poi avvenuto.
V.Ca.