Faceva prostituire la moglie per giocare alle slot. Marito (già arrestato) condannato a un anno e mezzo più un anno di libertà vigilata.

Faceva prostituire la moglie

Era accusato d’aver costretto la moglie as prostituirsi e di essersi giocato il ricavato alle slot machine. A farlo finire nei guai era stata la stessa consorte.

Chi è

L’uomo, cinquantenne pregiudicato, di Chiavazza (difeso dall’avvocato Giorgio Triban) è stato a,lla fine del processo dichiarato parzialmente incapace di intendere e volere.

Condannato

Il giudice lo ha comunque condannato a un anno e mezzo di reclusione più un anno di libertà vigilata in quanto – stando al perito, lo psichiatra torinese Antonio Pellegrino – l’imputato sarebbe pericoloso socialmente.

Leggi l’articolo completo su “Eco di Biella” in edicola oggi, lunedì 22 luglio.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE