Esame della patente con la telecamera: denunciato. Un altro furbone della patente è stato acciuffato in flagranza dagli investigatori della Polizia stradale dopo che aveva concluso il test in Motorizzazione a Biella senza commettere manco un errore grazie all’aiuto di complici che dall’esterno gli dettavano le risposte.

Sequestrati telefono e auricolare

Al candidato, un pakistano con residenza a Milano, 34 anni, sono stati sequestrati un auricolare – grazie al quale sentiva le risposte dei complici – e un telefono cellulare con il quale il pakistano riprendeva i quiz e li inviava al complici per poi ottenere le risposte esatte. Non è la prima volta che si verificano episodi simili e non è la prima volta che i poliziotti della Stradale risolvono casi analoghi.

Controlli serrati

Gli agenti entrano di norma in azione quando vengono a sapere che tra i candidati ci sono degli stranieri provenienti da fuori provincia. Sono in borghese e controllano sia l’interno sia l’esterno della Motorizzazione nel tentativo – come peraltro avvenuto l’ultima volta – di intercettare i suggeritori. Stavolta, invece, gli aiutanti del candidato sono riusciti in qualche modo a farla franca. Anche se le indagini continuano e i suggeritori potrebbero presto essere a loro volta identificati.

Leggi anche:  Annega in mare a Riccione, per ora stop ai funerali

Candidato nervoso

E’ stato l’atteggiamento particolare e nervoso del candidato a mettere sul chi vive i poliziotti che hanno deciso di controllarlo a fondo. Sono stati così trovati auricolare e cellulare con videocamera e forellino apposito nella camicia per consentire le riprese delle domande. Il pakistano è stato ovviamente denunciato.

V.Ca.