Droga a scuola: due studenti dell’Alberghiero denunciati. «Il personale docente è attentissimo alla situazione». E’ questo il commento a caldo del preside dell’Alberghiero di Cavaglià, Cesare Molinari, dopo che due studenti (un minorenne e un maggiorenne) sono stati denunciati per spaccio di droga dai carabinieri e altri due (entrambi maggiorenni) sono stati segnalati alla Prefettura in qualità di assuntori. «Avendo notato qualcosa di strano – prosegue il commento del preside – uno dei coinvolti è stato preso da parte e ha confessato. Sono stato avvertito e così i Carabinieri». Il preside Molinari ne approfitta per far conoscere a tutti la sua posizione e quella della scuola: «Come istituto – spiega – teniamo a far sapere che c’è massima attenzione nel segnalare simili episodi, per evitare anche che certi comportamenti si possano diffondere. Sono attività di prevenzione a tutela di tutti che vedono gli insegnanti attenti e vigili e vengono chiaramente portate avanti in accordo con le forze dell’ordine».

Passaggio della droga scoperto

Lo scambio di droga sarebbe avvenuto nei pressi della palestra della scuola. IIl maggiorenne e il minorenne sarebbero stati avvicinati da uno dei due maggiorenni nel pomeriggio di tre giorni fa. Quest’ultimo avrebbe ricevuto un involucro di cellophane contenente circa mezzo grammo di marijuana. I movimenti dei ragazzi non sono sfuggiti a uno degli insegnanti che ha informato di ciò che era successo il preside che a sua volta ha chiesto l’intervento dei carabinieri. In breve il ragazzo che aveva ricevuto la droga è stato messo sotto pressione. I militari sono così riusciti a risalire ai due presunti spacciatori che sono stati identificati e denunciati. Anche il diciottenne e un suo amico che avrebbero utilizzato la sostanza stupefacente, sono stati segnalati alla Prefettura.
V.Ca. – G.B.