Rapina prostituta dopo il rapporto sessuale: cliente condannato. Era accusato d’aver rapinato una prostituta dopo aver consumato un rapporto sessuale, lungo la strada delle lucciole che collega i territori di Masserano e di Castelletto Cervo, dove, peraltro – dopo l’ordinanza dei sindaci che prevede una sanzione di 500 euro per i clienti che anche solo si avvicinano per chiedere informazioni sui costi delle prestazioni – di lucciole di colore, in realtà, se ne sono viste sempre meno.

L’imputato ha preferito disertare l’aula

L’imputato, Matteo Costenaro, 26 anni, per l’anagrafe residente a Castelletto Cervo, in realtà domiciliato a Biella in via Gustavo di Valdengo, ha preferito disertare l’aula l’altro giorno per il processo davanti al giudice Eleonora Saccone. Alla fine è stato condannato a due anni tondi di reclusione più 344 euro di multa. Il giudice si è preso due mesi di tempo per il deposito della motivazione della sentenza in cancelleria. L’imputato era difeso dall’avvocato Domenico Calabrò.

V.Ca.

Leggi anche:  Fugge dopo l'incidente, scoperto e denunciato

IL SERVIZIO COMPLETO LO POTRETE TROVARE SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA OGGI