Ciaspolatori salvati in poiena notte.

Sani e salvi

Si è conclusa felicemente a mezzanotte di sabato l’operazione di recupero di una coppia di escursionisti, lei di 45 anni di Camburzano, lui di 48 anni di Biella, I due sono rimasti bloccati nei pressi della vetta del Bonom ormai al calare del buio, al freddo e con la donna, che nel frattempo aveva perso una ciaspola, in grave difficoltà.

Specialisti all’opera

E’ stato come al solito un recupero coordinato alla perfezione, in zone impervie, con la neve e con il buio che hanno reso tutto più difficile, quello concluso nel migliore dei modi da undici uomini del Soccorso alpino di Biella coordinati dal capo stazione Carlo Giardino, supportati per l’occasione da tre specialisti del Saf (speleo, alpino e fluviale) dei Vigili del fuoco.

Luogo impervio

La cima del Bonom, si trova a quota 1.877 metri, è raggiungibile dalle frazioni di Piaro e Forgnengo e si trova lungo lo spartiacque delle Valli Sessera e Cervo.

Leggi anche:  Fiamme in un garage a Cavaglià

L’ARTICOLO COMPLETO LO POTETE TROVARE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA