Caso Ravetti, Corradino alle Iene: «La morale porterebbe a cacciarli a pedate…». Così il sindaco di Biella intervistato dalla troupe guidata da Andrea Agresti.

Caso Ravetti

«La questione morale porterebbe a cacciarli a pedate dalla città di Biella e non solo, ma non è possibile legalmente». Così il sindaco di Biella, Claudio Corradino, intervistato dalla “iena” toscana Andrea Agresti.

Per vedere il servizio di “Le Iene” clicca qui 

In tv alle Iene

Il servizio delle Iene sul “forno degli orrori” gestito dalla Socrebi dove venivano cremate più salme insieme, realizzato per la nota trasmissione televisiva “Le Iene” dalla troupe guidata da Andrea Agresti è andato in onda domenica sera su Italia Uno.

«Ci sono responsabilità penali gravissime e comportamenti da condannare – ha spiegato Corradino –  ma le responsabilità penali sono individuali, mentre il titolare della concessione è una società».

«Non li voglio vedere»

«La questione – ha detto ancora il sindaco di Biella – è quella di togliere  in tutte le maniere la famiglia dalla gestione di questo. Ci mancherebbe altro. Non li voglio vedere».

Leggi anche:  Dà in escandescenze al Penny di Biella, è di colore: infuria la polemica sui social

Incalzato da Agresti Corradino ha spiegato: «Essendo la loro una concessione di 27 anni in base alla legge se tu gliela revochi senza i fondati motivi giuridici loro hanno lavorato due anni, gli altri 25 anni glieli devi riconoscere. Paradossalmente gli faresti un regalo. Non posso punirli io, magari vorrei, ma non è possibile».

LEGGI ANCHE ALTRE NOTIZIE SUL SITO DI ECO DI BIELLA

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA