Le Fiamme Gialle di Biella lo scorso fine settimana hanno effettuato una serie di controlli volti a contrastare le violazioni nel settore della produzione, commercio e detenzione di artifici pirotecnici, in vista delle festività di fine anno. La capillare attività, svolta dai militari del Comando Provinciale di Biella nei confronti degli esercizi di vendita al dettaglio di prodotti pirotecnici della provincia, ha permesso di accertare una violazione di carattere penale nei confronti di un noto esercizio commerciale, il quale, sprovvisto di licenza di Pubblica Sicurezza, deteneva per la vendita quantitativi di giochi pirotecnici superiori a quanto previsto dal Decreto del Ministero degli Interni datato 4 giugno 2014.

Sequestrati 65 kg di fuochi artificio

L’operazione si è conclusa con la denuncia alla Procura della Repubblica di Biella, per aver messo in commercio abusivamente prodotti esplodenti in violazione dell’articolo 678 del codice penale, del titolare dell’esercizio commerciale e con il sequestro penale di prodotti pirotecnici contenenti kg. 64,50 di contenuto esplosivo netto. I controlli, che proseguiranno nei prossimi giorni, sono riprova dell’attenzione del Corpo al rispetto delle norme che regolano la produzione e la vendita di materiale esplodente per la salvaguardia dell’incolumità pubblica e del mercato legale.

Leggi anche:  Donna di 32 anni arrestata per droga: libera il giorno dopo

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA