Buttafuori aggrediti con i coltelli: due denunciati.

Festa e locale

Sono due le aggressioni a buttafuori, coltello alla mano, avvenute negli ultimi giorni in provincia, una all’ingresso di un locale, la seconda a una delle tante feste in programma in queste settimane d’estate in vari paesi biellesi. Un episodio si è verificato in una delle sagre più conosciute e frequentate, da sempre meta di centinaia di biellesi: “E’… la festa!” organizzata come sempre in modo encomiabile dall’Arci Brovato di Valle San Nicolao che ce la mette proprio tutta per avere sempre i tavoli occupati fino all’ultimo posto e che, quest’anno, ha dovuto fare i conti con il maltempo che ha falcidiato le presenze in un paio di serate.

Denunciato

Un quarantenne del posto è stato denunciato dai carabinieri (subito intervenuti) per il reato di minacce aggravate dall’uso del coltello. Nessuno si è accorto di nulla, la festa – grazie all’intervento professionale degli addetti e dei carabinieri – ha così potuto continuare in tranquillità. Guai – viene da pensare – se non ci fossero stati i buttafuori e il coltello fosse spuntato in mezzo alla gente.

Leggi anche:  L'esordio, la vittoria e il pensiero commovente di Giacomo Volpe alla mamma morta il mese scorso

Davanti al locale

La seconda aggressione è avvenuta davanti al locale “Road Runner” di via per Tollegno a Biella dove un cliente, respinto sia per l’atteggiamento sia perché appariva sbronzo sia in parte per l’abbigliamento, ha minacciato i due buttafuori con un coltello e, nel contempo, con l’altra mano, ha cercato di estrarre il paletto che tiene le catenelle all’ingresso del locale e di colpire gli addetti alla sicurezza. Per fortuna tutto è finito bene. Il giovane, proveniente dall’Est Europa, è stato identificato. Nei prossimi giorni verrà ratificata la denuncia.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO