Biker ferito recuperato nei boschi di Curino.

Mobilitazione

E’ stata una vera e propria catena di solidarietà che si è mobilitata da una telefonata alla centrale operativa di Grugliasco del Soccorso alpino e ha avuto il suo epilogo nel salvataggio di un biker con una gamba fratturata dopo essere caduto lungo un sentiero sterrato nel cuore del territorio di Curino.

Percorso per mountain bike

Il ferito, un sessantenne di Vercelli che ama percorrere con la sua mountain bike il dedalo di sentieri che uniscono i territori di Masserano, Curino, Roasio e Brusnengo, percorsi molto conosciuti e apprezzati dagli appassionati biker denominati “Rive Rosse”, è stato alla fine consegnato dalla squadra del Soccorso alpino che lo ha raggiunto in mezzo a un bosco, ai sanitari dell’ambulanza che lo hanno portato in ospedale. Ha avuto una gamba fratturata contro una roccia affilata, ne avrà per un mesetto prima di poter rieducare l’arto, ma per fortuna non si sono registrate complicazioni.

Leggi anche:  Tir resta incastrato in curva a Ternengo

La squadra

L’intervento è avvenuto intorno a mezzogiorno e mezza di sabato quando la chiamata da parte del figlio del ferito alla centrale operativa del Soccorso alpino ha fatto confluire in quella zona di Curino una squadra composta da quattro specialisti coordinati da Carlo Giardino, capostazione della Valle di Mosso.

IL SERVIZIO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA