Aggredisce ballerina di night club: arrestato.

Ragazza straniera

Un presunto aggressore sessuale seriale è stato arrestato dalla polizia. La vicenda trae origine dalla denuncia di una ragazza straniera, impiegata come ballerina in un locale notturno della zona a cavallo tra Biellese e Vercellese, la quale è stata vittima di una brutale aggressione a sfondo sessuale in tarda notte ed in pieno centro città. Uno sconosciuto, dopo aver aspettato che la donna uscisse dal locale notturno, la seguiva in auto e verso le 4 e 30 di notte la costringeva ad accostare con alcune manovre pericolose in una via cittadina.

L’aggressisone

L’uomo, scendeva dalla propria autovettura e, dopo aver aperto lo sportello del veicolo condotto dalla donna, la aggrediva brutalmente colpendola con dei pugni e palpeggiandola. Successivamente l’aggressore aveva provato a trascinare la ballerina nella propria macchina facendola cadere e afferrandola per i capelli. Solo l’intervento di un passante ha fatto si che l’uomo fuggisse velocemente desistendo dal brutale piano. Le immediate indagini condotte dagli uomini della Mobile, grazie all’analisi dettagliata delle immagini di videosorveglianza, dei dati dei lettori targhe nel percorso e dei pagamenti effettuati con una carta bancomat, hanno permesso di indentificare l’uomo per un quarantenne di origine vercellese.

Leggi anche:  Camion "taroccato", Polizia sequestra apparecchiatura elettronica

Il precedente

I successivi approfondimenti hanno rivelato dei dettagli inquietanti, in quanto il soggetto aveva appena finito di scontare gli arresti domiciliari per un fatto del tutto identico a quello sopradescritto, avvenuto circa un anno fa. In considerazione della brutalità dell’aggressione e della potenziale serialità dell’uomo, la Procura della Repubblica ha ottenuto la misura cautelare della custodia in carcere che è stata prontamente eseguita dagli uomini della Polizia di Stato. La donna per le lesioni subite è stata refertata con 12 giorni di prognosi ed ha riportato anche un gravissimo shock emotivo.

 

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO