Addio al runner amato da tutti.

Morto sul Bo

In tantissimi hanno partecipato oggi pomeriggio al funerale di Maurizio Fenaroli, 45 anni, il runner morto lungo le pendici della Cma di Bo durante un allenamento. Tutti avevano le lacrime agli occhi. Anche il cielo era triste, nerissimo, quasi che anche quell’immensità volesse partecipare al lutto per un uomo forte, forse a tratti schivo e solitario, ma amato da tutti. E’ stato un tragico incidente a uccidere il runner come ha confermato la decisione della Procura di restituire il corpo alla famiglia.

Una disgrazia

Come già ipotizzato dagli specialisti del Soccorso alpino, che l’hanno recuperato sulle pendici tra la Cima del Bo e il Monte Manzo (dove l’elicottero dei vigili del fuoco aveva avvistato la salma), sarebbe risultata fatale la caduta durante l’allenamento, come sempre molto duro, ai quali Fenaroli era solito sottoporsi in vista di una competizione.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Leggi anche:  Sfonda con l'auto la recinzione della Protezione Civile

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO