Acquista on line una Play station per il figlio, ma è una truffa. Vittima del raggiro un uomo di Pray. Già individuati e denunciati i venditori.

Acquista on line una Play station per il figlio

Credeva di acquistare on line una Play station che avrebbe regalato al figlio, ma in realtà era una truffa. Vittima del raggiro questa volta è stato un uomo residente a Pray che si è rivolto ai carabinieri.

I fatti

L’uomo ha raccontato ai militari di aver visto la Play station in vendita su Subito.it. Il prezzo era vantaggioso: 250 euro, spese comprese. “Volevo fare un regalo a mio figlio” ha spiegato l’uomo agli investigatori. L’acquirente ha versato la somma pattuita su una tessera Postepay e atteso l’arrivo della Play station. Ma l’oggetto non gli è in realtà mai stato consegnato e il venditore si è reso irreperibile.

Indagini

I militari hanno compiuto tutti gli accertamenti necessari e sono risaliti alla persona alla quale era intestata la Postepay. Si tratta di una donna di 41 anni che vive a Napoli. Oltre a lei è stato denunciato anche il suo complice, un uomo di 22 anni che vive a Caserta. Entrambi dovranno rispondere dell’accusa di  truffa in concorso.

Leggi anche:  Truffatore online, finto carabiniere

Altro caso

E’ simile, ma differente l’episodio che ha portato alla denuncia di un uomo di 50 anni residente in Veneto e già conosciuto dalle forze dell’ordine. L’uomo, dopo aver pubblicato su alcuni siti internet l’annuncio di vendita di un mezzo agricolo ha trattenuto l’acconto versato da un acquirente biellese e ha fatto perdere le proprie tracce. E’ però stato scoperto dai carabinieri e denunciato.