Imbiancare casa fai da te, da sempre una passione di molti. Ecco allora qualche consiglio utile per affrontare questa audace impresa. La prima cosa da fare analizzare le condizioni delle pareti della vostra abitazione per capire il tipo di intervento da attuare; quindi, se già non li avete a disposizione, occorre che vi procuriate tutti gli attrezzi necessari: pennelli, rulli, scala, carta di giornale per proteggere il pavimento e quei mobili che non si possono spostare dalla stanza, nastro per proteggere le piccole superfici dagli schizzi di pittura, una tuta da lavoro per proteggere i vostri abiti.

Imbiancare casa fai da te

Prima di iniziare a dipingere i muri, nel caso questi presentino macchie di umidità e muffa, sarà necessario cancellarle. L’operazione è semplice: bagnate il muro con un panno e successivamente eliminate macchie ed escrescenze con una spatola. Infine, ripassate la parte interessata con il panno eliminando la polvere residua. A questo punto non resta che passare una mano di antimuffa. Non bisogna dimenticare di togliere dal muro tutti chiodi che non servono più, stuccando, poi, i buchi lasciati dalla loro eliminazione. Portate a termine tutte queste operazioni il vostro muro è pronto per essere imbiancato. Per quanto riguarda la vernice e il suo utilizzo attenetevi alle istruzioni riportate sulla confezione: troverete tutte le indicazioni per diluire correttamente il colore, anche in base allo strumento con cui intendete imbiancare.

Leggi anche:  Sistema letto, l’importanza della rete

Altri suggerimenti da seguire

Per evitare di spargere gocce, il consiglio è quello di preferire la pennellessa al rullo e di inzupparla nella pittura il minimo indispensabile. Perché il risultato del vostro lavoro sia ottimale sarebbe bene passare da una Per chi non si accontenta delle grandi pulizie primaverili. Rinnovare la casa con una mano di pittura. Tutto quel che c’è da sapere per ridare colore a ogni ambiente a tre mani di vernice, a seconda del prodotto utilizzato. Inoltre tra una mano e l’altra è bene far trascorrere almeno 5-6 ore, in modo da consentire alla prima mano di essiccarsi perfettamente.