Undici anni fa, il crollo del controsoffitto del liceo che gli costò la vita. Il nuovo fondo per l’edilizia scolastica porterà il nome di Vito Scafidi.

L’anniversario della morte di Vito Scafidi

Aveva 17 anni e, undici anni fa, perse la vita per il crollo del controsoffitto della sua aula, al liceo “Darwin” di Rivoli. A Vito Scafidi, così si chiamava lo studente, sarà intitolato il nuovo fondo per l’edilizia scolastica d’emergenza costituito dall’assessore regionale all’Istruzione, la biellese Elena Chiorino.

L’annuncio cade nell’anniversario della morte del giovane, per il quale ieri si è svolta la marcia di Rivoli, alla quale era presente anche la Provveditrice agli Studi di Biella, Maria Teresa Furci.

Il provvedimento e l’intitolazione

“L’edilizia scolastica funziona su fondi statali per bandi triennali, quindi era un problema intervenire immediatamente in casi come il crollo di un soffitto o come la chiusura del nostro liceo di Valle Mosso. Questo capitolo messo a bilancio per l’edilizia scolastica di emergenza ad oggi è di 1 milione di euro, ma puntiamo a incrementarlo. Penso sia un dovere morale quello di dedicarlo a Vito Scafidi e alla sua famiglia”, è il commento di Elena Chiorino, presente al Salone dell’Orientamento “Wooooow!” in corso a Città Studi.

Leggi anche:  Alpini, concerto da tutto esaurito FOTO

Nel bilancio di assestamento 2019 della Regione Piemonte, il fondo dovrebbe contare un aumento fino a 4 milioni di euro.

LEGGI ANCHE ALTRE NOTIZIE SUL SITO DI ECO DI BIELLA

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA