Scuola, torna l’obbligo certificazioni. Biellesi in corteo.

Il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, aveva chiesto una proroga. La seconda, dopo quella di un anno accordata dalla maggioranza nel 2018. Questo potrebbe essere, infatti, l’ultimo anno di applicazione della legge Lorenzin sull’obbligatorietà della vaccinazione per l’accesso a scuola: è, infatti, in discussione in Parlamento, e potrebbe vedere la luce entro aprile, il provvedimento relativo al cosiddetto “obbligo flessibile”, secondo il quale la vaccinazione è obbligatoria solo “in caso di emergenze sanitarie o di compromissione dell’immunità di gruppo”.

I genitori

Ma la proroga sulla data di presentazione delle certificazioni necessarie richiesta non è arrivata dal Ministero. E, così, da oggi, lunedì 11 marzo, i genitori che non hanno presentato alle scuole i documenti sulle vaccinazioni dei figli vanno incontro alle sanzioni previste, ovvero fino all’esclusione per nidi e scuole dell’infanzia e pecuniarie (fino a 500 euro) per elementari e medie.

Tutti i dettagli in edicola oggi su Eco di Biella.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Leggi anche:  Calendario scolastico 2019-2020: fissate le date

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO