Il 95 per cento dei ragazzi tra i 14 e i 19 anni usa internet, secondo i dati resi noti dall’Istat. E questo non è, di per sé, un male. Ma 300mila giovani tra i 12 e i 25 anni ne sono dipendenti, che si tratti di web, videogiochi o social network. Inoltre il primo accesso alla grande rete avviene sempre prima: un’altra statistica realizzata da Istat per Save the Children dice che oltre la metà dei bambini tra i 6 e i 10 anni ha accesso alla connessione domestica.

Una serata con lo psicologo

Per parlare di adolescenti iperconnessi, a Biella arriverà un esperto: Matteo Lancini, psicologo, docente universitario e presidente della Fondazione Minotauro di Milano, affronterà il problema mercoledì 25 settembre a palazzo Gromo Losa a Biella Piazzo, in un evento che ha il marchio di Community School, il patto territoriale ideato dalla Cooperativa Tantintenti che ha messo insieme quarantasette partner e ha disegnato un progetto per combattere la povertà educativa, diventando uno dei destinatari dei finanziamenti nazionali dell’impresa sociale “Con i bambini”.

Una nuova vita virtuale da gestire

A invitare l’esperto a Biella è stata la cooperativa Pietra Alta Servizi, una dei partner di Community School, in collaborazione con i consorzi Iris e Cissabo, Asl Biella, Centro per le famiglie il Patio, Consultorio per le famiglie di Cossato e Spaf. Il titolo della serata è “Senza smartphone non vivo più: genitori alle prese con bambini e adolescenti iperconnessi”. Matteo Lancini parlerà della vita virtuale delle nuove generazioni fra normalità e patologia, muovendosi tra nuovi mezzi di comunicazione, social media, tablet e telefoni.

Leggi anche:  Biella videosorvegliata: piano da 58 telecamere

Si tratta di un tema a lui caro, a cui ha dedicato anche il libro “Il ritiro sociale negli adolescenti. La solitudine di una generazione iperconnessa”. E nella serata (inizio alle 20:30, ingresso libero fino a esaurimento posti) si esaminerà il sottile confine tra l’utilizzo normale e patologico della grande rete e degli strumenti che mette a disposizione. Docente al dipartimento di psicologia all’università di Milano Bicocca, Lancini è stato anche consulente scientifico della regione Emilia Romagna per la realizzazione del Piano Adolescenza.

Iscrivetevi al gruppo Facebook Biella Netweek, collegato alla pagina di Eco di Biella, per essere sempre informati dalla Redazione di Eco di Biella con notizie verificate.