Non si placano le polemiche sull’invito dell’assessore regionale Elena Chiorino ai presidi piemontesi di incentivare presepe a scuola e canti natalizi.

La difesa sul caso presepe a scuola

A entrare nel dibattito è, adesso, Cristina Patelli, parlamentare della Lega, che dice: “Che cosa ci sia di così aberrante nell’iniziativa dell’assessore Chiorino volta a sensibilizzare le scuole per realizzare interventi natalizi, quali l’allestimento di presepi o l’organizzazione di recite natalizie davvero non lo comprendo, a meno di vederne la pretestuosità di chi sempre, e comunque, vuole strumentalizzare le iniziative”.

Sulle critiche

Proprio circa le critiche arrivate a Chiorino, Patelli si riferisce a due in particolare: quella di Paolo Furia, segretario regionale del Partito Democratico, e di Lucia Azzolina del Movimento 5 Stelle, oggi sottosegretaria all’Istruzione: “Azzolina si pone sempre con quei modi per i quali sembra che la scuola debba conoscerla soltanto lei. Beh, non è così, se ne faccia una ragione: invitare alla sensibilizzazione sul Natale, una festa che tutti i bambini e i ragazzi attendono con aspettativa e gioia, ha semmai il senso di promuovere uno spirito di solidarietà e fratellanza nelle scuole”.

Leggi anche:  Alzato il sipario sul presepe gigante di Marchetto FOTO

Altrettanto dura la risposta di Patelli a Furia: “Chi invece non perde occasione di trasformare ogni azione in propaganda politica è il Pd, che nello specifico trasforma una richiesta semplice in una strumentalizzazione sull’immigrazione tirando addirittura in ballo l’esempio di Gesù”.

LEGGI ANCHE ALTRE NOTIZIE SUL SITO DI ECO DI BIELLA

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA