Pensioni decurtate per sbaglio a gennaio.

Alcuni casi nel Biellese

Quello della previdenza è sempre un tema cruciale, in tutte le sue sfaccettature. In questi giorni l’attenzione si focalizza su altro. Infatti, molti pensionati in questo gennaio 2020 hanno ricevuto un assegno pensionistico più basso del solito. Si è trattato di un errore tecnico dell’Inps, che per qualche anziano signore può fare la differenza. Questa volta in negativo.
«L’Inps corregga subito l’errore nel calcolo delle pensioni e si scusi con le migliaia di persone che sono state danneggiate ricevendo meno del dovuto. Una struttura come l’Inps è al servizio dei cittadini e non sono accettabili errori di questo tipo». Lo chiede la deputata dem Debora Serracchiani, facendo seguito alle denunce dei sindacati dei pensionati, che hanno segnalato un errore commesso dall’Inps che potrebbe coinvolge circa 100mila persone che percepiscono assegni tra i 1.405 e 2.010 euro, cui sono stati detratti gli aumenti concessi dal governo Renzi e pagati lo scorso anno, con la rivalutazione dell’assegno errata anche per il 2020. Le segnalazioni vengono da varie regioni e interesserebbero anche il Biellese.

Leggi anche:  Le Arance della Salute dell'Airc sabato in cinque piazze

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

Novità: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA