Partecipate, ecco quanto prendono dirigenti e politici. Il compenso più alto al direttore generale dell’Atap Sergio Bertella.

Partecipate, ecco quanto prendono dirigenti e politici

Non dovrebbero rientrare negli aumenti previsti per i dirigenti del pubblico impiego, i “manager” delle aziende a partecipazione pubblica, come nel caso di Biella, Cordar, Cosrab, Seab, Atap ed Ener.bit.

Atap

Tra questi, vanta il compenso più alto il direttore generale dell’Atap Sergio Bertella (117.441,58 euro lordi nel 2018), in flessione di quasi diecimila euro rispetto all’anno prima, quando l’azienda gli aveva liquidato 126.700 euro.
L’Atap conta un secondo dirigente, il tesponsabile del settore amministrativo Marco Ardizio, il cui compenso 2018 è stato di 79.948 euro.

Cordar

Non se la passano per nulla male neppure i quadri aziendali del Cordar Spa Biella Servizi, per i quali sono noti solo i compensi 2016, dove figurano l’ex direttore tecnico Stefano Galli, (in pensione da metà 2017), il cui ultimo stipendio pieno è stato di 105mila 400 euro lordi; l’attuale direttore amministrativo-finanziario Silvia Conti (94mila euro), la responsabile delle risorse umane Patrizia Anfossi (85mila 500 euro), il temporaneo sostituto di Galli, Valter Giovannini, di cui figurava un compenso 2016 di 43.500. Non è nota la retribuzione della nuova dirigente del settore tecnico, Laura Tacchini.
Accanto ai dirigenti, il Cordar ha anche il costo degli amministratori di nomina politica. Il presidente de cda Mirco Giroldi percepisce un’indennità annua di 20.800 euro, mentre i due consiglieri Michele Lerro (che è anche presidente Cosrab) hanno un “gettone” annuo di 10mila 400 euro.

Leggi anche:  Mosso, è morta la moglie dell'ex sindaco Fedeli

Seab

Più alto lo “stipendio” del presidente Seab Claudio Marampon (nella foto), che ammonta a 28.450 euro, contro i 6700 dei consiglier.

Leggi l’articolo completo su Eco di Biella in edicola oggi, lunedì 5 agosto

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE