Parcheggio ospedale col fotovoltaico.

Mentre si attendono ancora sviluppi in merito al parcheggio dell’ospedale, dopo il bando che ha assegnato l’area in gestione alla GestoPark, il Comune di Ponderano lancia un bando di gara importante per l’area e non solo. La stazione appaltante scelta dall’amministrazione è quella della Provincia di Biella. Ed è proprio il sindaco Elena Chiorino a spiegare i termini dell’operazione. «Come Comune – racconta – abbiamo ricevuto una richiesta di project financing da parte della società Semperlux per la posa di pannelli solari a terra con pensiline car parking a servizio degli utenti dell’ospedale, per la ristrutturazione degli spogliatoi e la pavimentazione della palestra comunale e per la realizzazione di un parco urbano con percorso vita. Un’operazione che al Comune di Ponderano non costa nulla e che, devo dire, ci fa molto piacere perché ci porterà in dote l’omologazione del campo di basket. Un aspetto importantissimo vista la realtà che abbiamo in paese, che sta raccogliendo ottimi risultati».

A costo zero

L’operazione, regolata da un bando pubblico che scadrà il 10 maggio prossimo, ha un valore complessivo, per 20 anni, di 4,4 milioni di euro circa, mentre i costi iniziali per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico e dell’ammodernamento della palestra valgono quasi 2 milioni di euro. Insomma, un intervento a costo zero per il Comune che poterà notevoli benefici alla collettività.

Leggi anche:  L’altro made in Biella è di pelle

Il parcheggio

L’iniziativa non è collegata con il parcheggio dell’ospedale. Come spiega il sindaco Chiorino: «Sono disgiunte, proseguono per due strade differenti. Per quanto riguarda il parcheggio posso dire che sono in corso continui sopralluoghi tra la GestoPark, il Comune e l’Asl per il passaggio di consegne che riguarda principalmente il sottosuolo, nello specifico i cavidotti presenti nell’area. Come Comune abbiamo chiesto anche alcune migliorie alla viabilità interna degli spazi, e la società che si è aggiudicata la gara ci sta lavorando. Tempistiche? Non credo saranno brevi, ci vorranno probabilmente ancora alcuni mesi prima che tutto quanto venga concluso».

Enzo Panelli

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO