Nuovi presidi, “passano” in nove. Ecco chi sono.

Nove nuovi presidi

I loro nomi rientrano nell’elenco dei oltre 3mila aspiranti dirigenti scolastici che hanno superato tutte le prove del concorso. Nessuno escluso. Per i quattordici insegnanti biellesi arrivati con merito a passare l’orale, è però giunto il momento di “dividersi”. Solo chi, nella graduatoria nazionale appena resa nota dal Ministero, risulta entro il numero 1.984, sul totale di 3.420 candidati, potrà diventare preside, a partire da settembre. E, così, nove su quattordici dei biellesi in questione, recita il verdetto della graduatoria, passeranno a questo ruolo.
Degli altri cinque, tre risultano entro il posto 2.900 in elenco, dunque sono dichiarati vincitori. Ad attendere questi “esclusi al momento” saranno probabilmente futuri “movimenti” in graduatoria.

Chi sono

Eccoli, allora, gli effettivi futuri presidi che provengono dalla nostra provincia: primo di loro nell’elenco nazionale, Enrico Bruno, al posto 161 (195,25 punti); seguito da Mario Massazza, 244esimo (192,5); Monica Bassotto Paltò, 282esima (191); Monica Pisu, 519esima (185); Marialuisa Martinelli, 667esima (182,25); Tiziano Badà, 818esimo (179,5); Aldo Ferdani, 863esimo (178,75); Riccardo Ongaretto (nella foto), al posto 1.301 (173) e Stefania Nuccio, risultata, alla fine, al posto 1.778 (167,75).

Leggi anche:  Trivero, addio a Giancarlo "Alce" Alciato

Cosa accadrà

Cosa accadrà ora? Il Ministero fa sapere che «i candidati utilmente collocati nei primi 1.984 posti della graduatoria potranno indicare l’ordine di preferenza tra le 17 Regioni disponibili a partire dalle ore 15 del 1° agosto e fino alle ore 23.59 del 4 agosto».

Leggi l’articolo completo su Eco di Biella in edicola oggi, lunedì 5 agosto.

Torna alla home per leggere tutte le notizie