Nuova vita alla scuola di Pratrivero.

Nuova vita per l’ex primaria

Grazie a un finanziamento di centomila euro la struttura che per decenni ha ospitato l’ex scuola primaria di Pratrivero sarà trasformata in un luogo dedicato ai diversamente abili. Nello stabile presto sorgerà un alloggio per portatori di handicap e, il pian terreno, verrà dato in uso all’associazione “La Pigna” che si occupa di attività ludiche e motorie. Lo annuncia l’ex sindaco di Trivero, Mario Carli, ora candidato sindaco per il comune di Valdilana.

Il finanziamento

È di pochi giorni fa la notizia del finanziamento ottenuto dalla Regione Piemonte, che ammonta a 70 mila euro. Una somma alla quale si va ad aggiungere un cofinanziamento dell’Ente capofila di progetto – ovvero il nuovo Comune di Valdilana – di 30mila euro, già messo a bilancio. L’idea di partecipare al bando regionale alla fine del 2018 era stata dell’allora sindaco di Trivero Mario Carli e di Elisabetta Prederigo, oggi ex assessore alle Politiche sociali. Il tesoretto, di 100mila euro totali, sarà a disposizione di chi governerà il territorio dopo il 26 maggio prossimo, quando i cittadini eleggeranno i primi amministratori post fusione.

“Un alloggio per disabili”

La struttura di frazione Pratrivero che per anni ha ospitato l’ex scuola primaria, ha chiuso nel 2018 a causa della drastica diminuzione delle nascite, ma possiede caratteristiche e potenzialità che le hanno permesso di essere ripensata per una nuova funzione. «In quella scuola – ricorda Mario Carli, candidato sindaco per il Comune di Valdilana – erano rimaste soltanto poche classi, così insieme ai genitori avevamo deciso di trasferire altrove gli alunni, in modo che i bambini potessero socializzare con i loro coetanei e non rimanere isolati. Abbiamo puntato sul rilancio della ex scuola e con convinzione abbiamo partecipato al bando. D’altro canto, l’edificio scolastico può trovare nuova vita così com’è accaduto con la ex scuola di Cereie, oggi adibita a caserma». Il primo piano della struttura verrà convertito in un alloggio di autonomia per disabili sulla scorta del progetto nazionale “Dopo di noi”. Diventerà quindi un luogo in cui le persone portatrici di handicap potranno essere seguite da operatori e personale specializzato nel percorso di uscita dai rispettivi nuclei familiari di provenienza, e nello stesso tempo, interagire tra di loro all’interno di uno spazio protetto e dedicato appunto alla promozione dell’autonomia nella disabilità. Un’occasione, tra le altre cose, per creare anche nuovi posti di lavoro sul territorio. Il piano terreno dello stabile negli intenti della vecchia Amministrazione era già stato adibito ad un uso precipuo, in collaborazione con i volontari dell’Associazione “La Pigna”. Potrebbe essere infatti utilizzato per lo svolgimento di attività ludiche, artistiche e motorie. «Speriamo – sottolinea l’ex assessore Elisabetta Prederigo, educatrice che tra le mura di quella scuola ha insegnato per anni – che la prossima Amministrazione in carica, qualunque essa sia, possa riprendere il nostro progetto di collaborazione con “La Pigna” e che le ex scuole di Pratrivero possano continuare ad essere un punto di riferimento per il territorio come storico centro di cultura, accoglienza e rispetto della diversità».

Leggi anche:  Coggiola, inaugurata la panchina rossa

Shama Ciocchetti

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO