Ieri si è tenuta in città la Camminata performativa Walking Sculpture  con il  trasporto della “Sfera di Giornali” (opera di Michelangelo Pistoletto, 1966-2019) dal Liceo Sella all’ITC Bona, da parte degli studenti dei due istituti. L’iniziativa è stata a cura  del dipartimento didattica di Cittadellarte nell’ambito  degli eventi collaterali della mostra “Padre e Figlio” in corso a Palazzo Gromo Losa, a Cittadellarte e a Casa Zegna e aperta anche il primo maggio.

L’iniziativa sulle orme di ‘Buongiorno Michelangelo’, corto del 1966

L’iniziativa si è chiusa con un talk al Bona sui temi  dei social network e giornalismo: come è cambiata l’informazione con l’arrivo dei nuovi mezzi di comunicazione, da “lettori” ad “autori” nell’ epoca dell’open web. Tutto trae origine da “Buongiorno Michelangelo”,  un corto del 1966 girato in 16mm a Torino da Ugo Nespolo che ritrae Pistoletto mentre passeggia per la città di Torino dalla mattina alla sera. Ma il personaggio principale non sembra essere l’artista bensì una palla gigante realizzata da fogli di giornali che passa di mano in mano nelle vie della città, sale su una decappottabile e si fa strada nel racconto della giornata di Michelangelo. L’opera al centro del film, intitolata “Sfera di Giornali”, è in effetti una Scultura da Passeggio, una sfera di giornali del diametro di circa un metro, che rotola fuori dallo studio dell’artista e dal museo ed esce in strada; qui ha bisogno di nuove mani, nuove esperienze, nuove direzioni per poter procedere.

Leggi anche:  Domenica di corsa sul Camino