Impresa biellese realizzerà percorso senza barriere al Piazzo.

È stata un’impresa biellese ad aggiudicarsi l’appalto per la realizzazione del percorso pedonale protetto e senza barriere architettoniche al Piazzo. La Sdc di Curino ha vinto la gara offrendo il 18,47% in meno rispetto alla base d’asta di circa 80mila euro. L’intervento partirà nelle prossime settimane e permetterà di avere al borgo storico un tracciato sicuro e accessibile dalla porta della Torrazza ai palazzi La Marmora, Ferrero e Gromo Losa, all’estremo opposto del rione.

I cantieri

Proprio intorno alla porta della Torrazza si concentrerà uno dei tre cantieri più impattanti. I lavori renderanno ampio a sufficienza e senza gradini il marciapiede del lato verso Biella piano, nel tratto tra il ponte (sui cui marciapiedi si è già intervenuti un anno e mezzo fa) fino a oltre l’arco, davanti alla chiesetta. Il secondo punto di intervento sarà all’altezza dell’uscita della Funicolare: qui saranno eliminate le barriere, già sparite nella stazione di monte con il rialzamento del punto di arrivo delle cabine, consentendo un passaggio sicuro sia verso via Avogadro sia verso i portici che portano a piazza Cisterna. Bada anche alla sicurezza dei pedoni l’intervento in programma in corso del Piazzo: qui, alla sistemazione dei marciapiedi, si sommeranno due passaggi pedonali all’altezza delle facciate di palazzo La Marmora e palazzo Ferrero, a servizio anche di chi arriva dal parcheggio del Bellone.

Leggi anche:  Offerta da mille euro al Fondo Edo Tempia

L’accessibilità

L’intervento completa quelli già compiuti nei mesi scorsi per rendere il rione più accessibile e a portata di pedone (come l’istituzione del divieto di sosta sul lato di corso del Piazzo verso palazzo Gromo Losa) e asseconda le richieste della Commissione Barriere che aveva compiuto un sopralluogo, guidato dalla presidente Claudia D’Angelo, consegnando una serie di rilievi e di segnalazioni di punti critici alla giunta.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE