Il francobollo dedicato a Vittorio Pozzo a 50 anni dalla morte è stato presentato in contemporanea a Ponderano e a Roma.

Un francobollo dedicato al ponderanese Vittorio Pozzo,  giornalista e commissario  tecnico della nazionale che ha conquistato due titoli mondiali. Con un doppio appuntamento venerdì mattina, in contemporanea, a Roma nella sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri con i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e della Federazione Italiana Gioco Calcio, dove erano presenti i nipoti di Pozzo e in Comune a Ponderano. Un percorso iniziato il 6 settembre del 2016, quando il sindaco Elena Chiorino ha inoltrato la richiesta di emissione di un francobollo, con un annullo speciale,  dedicato alla figura di Vittorio Pozzo. Proprio venerdì ricorreva il cinquantesimo anno della sua morte. Presente alla cerimonia anche Cristina Giovannelli, direttore provinciale di Poste Italiane.

Il ricordo

“Abbiamo sempre puntato alla valorizzazione  della figura di Vittorio Pozzo, realizzando anche il museo a lui dedicato – ha detto durante la presentazione, il sindaco Elena Chiorino -.Un personaggio non solo vincente ma una figura etica e morale  esemplare, tanto da rifiutare anche i soldi  dell’ingaggio per  non dovere scendere a compromessi. Pozzo non è stato solo un grande allenatore, ma anche una figura di primo piano del giornale La Stampa, ed insegnò il mestiere di giornalista a Gian Paolo Ormezzano, che più volte è venuto a Ponderano per presentare i suoi libri scritti sul calcio e sulla figura di Vittorio Pozzo”.

Sante Tregnago