Giletti al rifugio Monte Barone. Il popolare giornalista biellese si è concesso qualche giorno di pausa per andare a trovare la mamma Giuliana a Ponzone.

Giletti al rifugio Monte Barone

Dopo un’estate passata a girare l’Italia per promuovere il suo libro, “Le dannate” (tra le prossime date, il Festival dell’informazione di Chiavari, il 14 settembre), il popolare giornalista biellese si è concesso qualche giorno di pausa per andare a trovare la mamma Giuliana a Ponzone («papà Emilio è in Trentino Alto Adige», rivela). E ne ha approfittato, venerdì scorso, per fare un’escursione al Monte Barone. «Sono tornato sui percorsi della mia gioventù, quando, con don Primo, all’epoca parroco di Ponzone, salivamo da quelle parti», ricorda.

La sosta

Questa volta, però, ad attenderlo ha trovato la pioggia. «Ma ho avuto anche la soddisfazione di trovare un rifugio aperto e accogliente, nonostante la giornata». E’ così che Massimo Giletti ha conosciuto Paolo e Mara, la coppia che dal giugno scorso gestisce il rifugio del Monte Barone («hanno fatto un buon lavoro»).

Leggi anche:  Arriva a Biella la popolare Tata Lucia della televisione

Il pranzo

La sosta al rifugio è stata l’occasione per gustare dell’ottima polenta con la salsiccia e per… «provare l’ebbrezza di dare il biberon a una pecorella che i gestori stanno allevando, dopo che è stata abbandonata dalla sua mamma».
Durante l’escursione, anche il giornalista si è imbattuto nel cane pastore che pochi giorni prima, all’Alpe Ponasca – a quanto riferiscono le cronache -, si era avvicinato con fare aggressivo a un escursionista, ringhiandogli contro: «L’ho visto – dice – ma quello è un cucciolotto… In ogni caso, quando si va in montagna bisogna sempre stare attenti», mette in guardia Giletti.

Lara Bertolazzi

Leggi l’articolo completo su “Eco di Biella” in edicola oggi,  lunedì 26 agosto

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE