Giallo Ufo: forse si trattava soltanto di un drone fuori controllo.

Il giallo degli Ufo nel Canavese sta assumendo contorni più realistici: potrebbe essere stato l’allarme per un drone fuori controllo a far scattare il decollo immediato di due caccia militari che, mercoledì della scorsa settimana, hanno  gettato scompiglio nei paesi tra il Canavese e le Valli di Lanzo, nel Torinese.

“Ci sono gli Ufo”

Numerosi testimoni avevano riferito di aver visto un oggetto volante non identificato nei cieli sopra il centro abitato di Corio. Come riportava Il Canavese un oggetto volante, inseguito dai due aerei militari, che volavano a bassa quota, era poi sparito dietro alle montagne.

Inchiesta

Secondo il quotidiano on line  Repubblica sembra che qualcuno, spaventato da quel disco volante, abbia anche sporto denuncia ai carabinieri che invieranno tutto alla Procura di Ivrea, La procura nei prossimi giorni potrebbe aprire un’inchiesta in merito.

Le ipotesi

L’ipotesi più accreditata circa la presenza del disco volante, è che quell’oggetto in realtà fosse un drone militare in costruzione nell’industria aerospaziale torinese Alenia e che i due aerei facessero parte del cinquantunesimo stormo di Istrana, in Veneto. Le autorità hanno però negato che ci fosse un’esercitazione in corso.
Una spiegazione molto più razionale rispetto chiacchiere sugli Ufo che si erano diffuse e che hanno indotto la deputata Pd Francesca Bonomo e il senatore Pd Mauro Marino a presentare un’interrogazione al ministero della Difesa.

Leggi anche:  Bando periferie, polemiche e mozioni in Comune

R.E.B.