E’ mancato all’età di 90 anni a Netro Remo Roj, primo presidente “non tessile” dell’Unione Industriale Biellese. Roj fu alla guida dell’associazione dal 1989 al 1991. Fece anche parte della Giunta di Confindustria e fu vice presidente di Acimit.

Perito elettrotecnico, fondò la Elettromeccanica Roj

Remo Roj nacque a Netro nel 1928, si diplomò perito elettrotecnico all’Itis Q. Sella di Biella nel 1948. Apprendista per qualche mese nella ditta di impianti elettrici Barbera e Capellaro, nel 1949 fondò la “Borsetti, Boglietti e Roj”, da cui uscì nel 1954 per costituire una propria azienda, la “Elettromeccanica Roj” che, tra l’altro, realizzò l’impianto elettrico della Piscina Rivetti di Biella. Nel 1964 fondò, con Sergio Vella, la “Roj e Vella”, diventata poi “Roj Electrotex”, che negli anni ’80 superò i 200 dipendenti e divenne leader mondiale nei dispositivi elettronici per la tessitura il cui controllo venne poi ceduto ad una società straniera

Piacenza: addio ad un grande imprenditore

“Lo ricordo come una persona molto affabile, piacevole, un grande comunicatore – dice Carlo Piacenza, presidente dell’Unione Industriale Biellese -. E’ stato uno dei grandi imprenditori che hanno saputo rappresentare l’industria biellese nel mondo. Oggi se ne va uno dei protagonisti del Distretto e dell’Associazione”.