Domenica 15 settembre torna la Giornata del Panorama, iniziativa promossa da FAI e Fondazione Zegna per celebrare la bellezza del paesaggio italiano.

Sesta edizione: ecco le locatione da Magnano all’Oasi Zegna

Giunta alla sesta edizione, la Giornata del Panorama si svolge contemporaneamente al Castello e Parco di Masino – Caravino (TO), a Villa Flecchia – Magnano (BI), a Podere Case Lovara a Punta Mesco, Levanto (SP), al Bosco di San Francesco Assisi (PG), alla Baia di Ieranto – Massa Lubrense (NA), alle Saline Conti Vecchi – Assemini (CA) e all’Oasi Zegna, Trivero (BI), imponente progetto di valorizzazione ambientale e sociale voluto da Ermenegildo Zegna e patrocinato dal FAI.

Sette paesaggi italiani, ciascuno con caratteristiche e peculiarità uniche, che verranno svelati in tutta la loro grandiosità e bellezza grazie a numerose attività e agli itinerari speciali proposti, pensati appositamente per far spaziare lo sguardo dei visitatori tra panorami vicini e lontani, tra scenari forestali e mare, tra monti e isole, tra città e saline, tra terreni coltivati e formazioni geologiche.

I tre siti piemontesi del programma Fai

Tre gli appuntamenti piemontesi in programma. Quello al Castello e Parco di Masino, in collaborazione con l’Ecomuseo AMI, permetterà – dalle ore 10 alle 18 – di approfondire la conoscenza dell’Anfiteatro Morenico della Serra di Ivrea, formazione geologica tra le più grandi in Europa e unica nel suo genere: alle ore 11.30, 15 e 16.30 il pubblico, guidato da esperti, sarà invitato ad affacciarsi dalla balconata a ferro di cavallo del Castello – conosciuto fin dall’antichità come il “belvedere del Canavese” – e ad apprezzare “da lontano” la morfologia e la storia sociale del paesaggio, a partire dalla descrizione della sua composizione geologica fino al racconto della vita degli “sternighin”, artigiani che custodiscono l’arte della posa delle pietre sul manto stradale. Alle ore 10.30, 14.30 e 16 ci sarà invece spazio per uno sguardo più “da vicino” grazie a un percorso nel Parco storico del Castello, a cura del capo giardiniere, che ne spiegherà segreti e particolarità.

L’Anfiteatro Morenico della Serra d’Ivrea sarà protagonista anche a Villa Flecchia, ma da un’altra prospettiva: il suggestivo panorama che regala il giardino della dimora, situata sul crinale della Serra, abbraccia infatti l’intero Biellese e, dall’altro lato, il lago di Viverone e il Canavese. Qui l’esplorazione del territorio si farà attraverso l’arte: la villa ospita la preziosa collezione frutto della passione dell’architetto Piero Enrico, con oltre 60 dipinti che raccontano l’evolversi della cultura figurativa italiana e piemontese, realizzati tra Ottocento e Novecento da artisti con una comune passione per il paesaggio, quali tra gli altri Antonio Fontanesi e Lorenzo Delleani, oggi considerati tra i grandi maestri del XIX secolo. Dopo la visita guidata alla collezione – ogni ora tra le ore 10 e le 13 e tra le ore 14 e le 18 – i visitatori potranno rilassarsi in giardino e partecipare, dalle ore 14 alle 17.30, a una lezione teorica e pratica di acquerello dal vero, realizzando la propria veduta en plein air (per partecipare alla lezione è necessario prenotarsi al numero del Castello di Masino 0125/778100 e portare il materiale occorrente: carta, acquerelli, pennelli e tavoletta).

Leggi anche:  INCHIESTA SUL MATTONE BIELLESE: TUTTI I PREZZI AL METRO QUADRO COMUNE PER COMUNE

Al centro della visita all’Oasi Zegna ci sarà la musica, grazie a diverse iniziative per grandi e piccoli, che faranno “dialogare” le note con il paesaggio straordinario delle Alpi Biellesi, sensibilizzando i visitatori di ogni età all’osservazione, alla contemplazione e all’ascolto. In particolare, il programma “Paesaggio in musica al Lanificio Zegna” prevede alle ore 11, a Casa Zegna, una matinée “Narrazione e ascolto” con lezione-concerto di giovani musicisti e docenti della Filarmonica Teatro Regio Torino nel “giardino segreto” di Ermenegildo Zegna e il laboratorio “Accordo in famiglia” a cura di Riccardo Ruggeri, vocologo e cantante, che proporrà un percorso di gioco-musica con semplici esercizi di canto d’insieme, pensato per mettere d’accordo tutta la famiglia attraverso l’uso della voce. Evento clou della giornata sarà il concerto ospitato alle ore 15 nel “giardino segreto” che unisce il Lanificio Zegna alla storica abitazione dell’imprenditore tessile, e che vedrà l’ensamble di fiati della Filarmonica Teatro Regio Torino eseguire musiche di Rossini, Gounod e Strauss (evento a numero chiuso, prenotazione obbligatoria: casazegna@zegna.com o 015/7591464). Sempre dalle ore 15 i bambini potranno “Andare al sodo” partecipando a un divertente laboratorio di autocostruzione di case e sedie di carta, da assemblare usando fantasia e capacità di progettare. Per tutti, a corollario, passeggiata mattutina “Dalla Conca alla Brughiera” e possibilità di visitare a Casa Zegna la mostra “Padre e Figlio” su Michelangelo Pistoletto ed Ettore Pistoletto Olivero.