Danny, il fuoriclasse del flipper che vola ai Mondiali.

Un vice campione europeo di flipper a Candelo. Si tratta di Danny Iuliano che in Germania ha ottenuto un brillante argento di specialità e che gioca con lo storico biliardino elettrico che ha fatto storia. Non c’era bar o locale pubblico infatti che, dal 1950 al 1970, non fosse dotato del flipper. Un gioco che consisteva nel colpire, attraverso dei pulsanti laterali collegato a delle alette, i flippers, un biglia d’acciaio, spingendola in alto, verso una serie di bersagli posti su un piano inclinato coperto da un vetro trasparente. Ogni bersaglio o combinazione di bersagli colpiti apportava un punteggio o bonus. Era un gioco talmente diffuso che fu anche oggetto di regolamentazioni e limitazioni giuridiche, perchè ai massimi punteggi furono anche abbinate vincite, in nature o in denaro, tanto da essere considerato anche un gioco d’azzardo. Oggi il flipper è pressoché scomparso dai locali pubblici italiani, soppiantato dai videopoker.

Un flipper e due campioni

Oggi un flipper si trova nel Bowling Center Two a Gaglianico, dove va ad allenarsi Danny Iuliano, candelese insegnante di break dance, e uno dei due giocatori agonisti del Biellese. L’altra è la fidanzata di Danny, Giada Masiero, anche lei campionessa di questo gioco. «Siamo gli unici del Biellese ma siamo anche dei collezionisti, ne possediamo diversi esemplari – spiega Danny -, oggi il flipper è diventato un apparecchio di nicchia, ha una costo che varia, dai 1.800 agli 8.000 euro».

Leggi anche:  Il Comune di Biella assumerà 28 dipendenti

Un anno di successi

Per i due biellesi il 2018 è stato un anno straordinario. Nel ranking italiano di flipper sportivo 2018, Danny Iuliano si è piazzato in ventitreesima posizione assoluta nella classifica maschile. Giada Masiero è terza in quella femminile. Iuliano ha conquistato la possibilità di partecipare al campionato del mondo, che si disputerà dal 7 al 9 maggio al Double Pinball Showroom di Assago, dove si sfideranno 64 dei più grandi giocatori del mondo di oltre una dozzina di Paesi: «Alle selezioni italiane mi ero qualificato dodicesimo, poi però sono arrivato quarto all’Europeo, ma i primi due avevano già la qualificazione di diritto, il terzo ha rinunciato e quindi mi è capitata questa grande opportunità».

Fortuna e abilità

Giocare a flipper a livello agonistico, non è poi nemmeno facile come sembra se si vuole primeggiare, come conferma Iuliano: «Non è solo una questione di fortuna ma anche di grande abilità, ogni flipper ha regole e punteggi diversi, ce ne sono circa 400. Mi alleno a casa anche attraverso video, oppure al Bowling di Gaglianico».

Chi vuole cimentarsi

In Italia sono in tanti a giocare a flipper. «Chi è interessato può contattarmi, il mio cellulare è 3402438026 – dice Iuliano – o magari visitare la mia collezione, a Candelo in via Sandigliano 74».

Sante Tregnago