Centro della Memoria a Villa Boffo, presentati i primi sei mesi di attività. Coinvolti tutti i soggetti istituzionali che hanno partecipato al progetto.

Centro della memoria, incontri e bilanci

Si sono riuniti la scorsa settimana a Villa Boffo, sede del centro “Mente locale”, i soggetti istituzionali e gli Enti firmatari del “Protocollo d’intesa” che nel 2016 aveva unito il territorio per la creazione dell’innovativo progetto per la promozione dell’invecchiamento attivo e la prevenzione del decadimento cognitivo.

Gli enti istituzionali coinvolti

Su invito del Presidente di Aima Biella Franco Ferlisi e della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella rappresentata dalla Vice Presidente Paola Garbella e dal Segretario Generale Mario Ciabattini oltre che dai funzionari Andrea Quaregna (Vice Segretario Generale) e Federica Chilà (Responsabile Comunicazione) si sono dati appuntamento nella sala riunioni di Mente Locale Stefano Ceffa (Presidente Consorzio Cissabo) Paola Pomati (Direttrice Consorzio Cissabo), Patrizia Marcacci (Direttrice Consorzio Iris), Marinella Lentini (Vicedirettrice Consorzio Iris); Vito Marinoni (Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale (SSD) Lungodegenza e Geriatria Territoriale), Francesca Salivotti (Assessore Servizi Sociali Comune di Biella), Franco Ferrero (Presidente Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella) e Giuliano Zignone (Consigliere Aima Biella).

Il punto sul primo semestre di attività

L’appuntamento è stata un’utile occasione per fare il punto sul primo semestre di attività del Centro che sta svolgendo un intenso lavoro per predisporre i programmi e le azioni per contrastare il decadimento cognitivo attraverso interventi di prevenzione, stimolazione della memoria e numerose attività socializzanti; inoltre i firmatari del Protocollo d’intesa hanno svolto una verifica degli impegni presi, ribadendo la propria volontà di collaborare alla buona riuscita del progetto.

Leggi anche:  Bessa 'malata', i cumuli delle aurifodine a rischio

I ringraziamenti di Aima

«Aima ringrazia i firmatari del protocollo d’intesa per aver aderito al nostro invito – dichiara il Presidente Franco Ferlisi – ci auguriamo che questo momento di incontro possa rappresentare il punto di partenza per una collaborazione fattiva fondata su elementi concreti». «La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha partecipato con interesse a questo incontro che auspichiamo divenga un momento fisso di confronto – spiega il Segretario Generale Mario Ciabattini – l’Ente infatti ha messo a disposizione grandi risorse per creare un contenitore d’eccellenza, ma sono le persone e gli Enti a rendere vivo il progetto con idee e stimoli».

Grande partecipazione alla riunione

La riunione, molto partecipata, ha dato modo a tutti di valutare concretamente l’azione innovativa svolta da Aima grazie alle potenzialità della nuova sede. L’appuntamento istituzionale successivo sarà un evento per celebrare il primo anno di attività del Centro previsto nel mese di ottobre. La Vice Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Paola Garbella, ha chiuso la riunione ribadendo come l’impegno dell’Ente non si esaurisca con la consegna della Villa, ma prosegua nel solco di un rinnovato impegno nel sostenere la rete: «Mente Locale è un progetto di sistema molto articolato nel quale la Fondazione ha assunto sin dall’inizio il ruolo di coagulatore di tutti gli attori interessati a far decollare questa innovativa attività a favore dei cittadini biellesi» – ha spiegato.