Videosorveglianza, presentato il nuovo progetto approvato dalla giunta comunale di Biella. Previste almeno 58 telecamere, per un impegno decennale di 1,5 milioni
A seguito della decisione di ieri sera, stamane a Palazzo Oropa sono state presentate le nuove linee di indirizzo contenute nel bando che dovrà giungere all’appalto della riorganizzazione, adeguamento, gestione e manutenzione del sistema di videosorveglianza e di controllo accessi Ztl.

Gli impianti verranno noleggiati

Il nuovo bando prevede una formula di noleggio decennale della strumentazione, con telecamere di ultima generazione e un impegno spalmato nel decennio di 1 milione 537 mila euro. In totale verranno installate sul territorio un minimo di 58 telecamere, con possibilità di incremento. E nel dettaglio: 21 apparecchi sostituiti rispetto agli esistenti, almeno 10 con nuova individuazione in città, 11 per gli edifici pubblici, 9 di rinnovo varchi Ztl, 7 telecamere di ultima generazioni agli accessi della città. Inoltre saranno aggiunte nel pacchetto 10 “Body cam” per la tutela degli agenti di polizia locale quando in servizio. A spiegare i dettagli del nuovo bando il vicesindaco e assessore alla sicurezza Giacomo Moscarola e il comandate della Polizia locale Massimo Migliorini. Tra le maggiori novità, rispetto all’attuale videosorveglianza presente in città, tutte e 58 le telecamere saranno gestite da un unico software e la centrale operativa di controllo sarà triplicata negli uffici della polizia locale di via Tripoli, in Questura e al Comando provinciale dei Carabinieri. La decisione è stata condivisa collegialmente durante il tavolo del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Le nuove telecamere che sostituiscono quelle ormai di tecnologica obsoleta saranno posizionate: due fronte Cda via Lamarmora, viale Matteotti, via Delleani, piazza Martiri, piazza Casalegno, salita di Riva, via Repubblica, piazza Battiani, via Italia, rotonda di piazza Cossato, piazza Borsellino, piazza Adua, piazza Stazione, rotonda via Rosselli, rotonda delle Genti, piazza Cisterna, Bottalino, via Rigola, corso Pella Città Studi, via Milano. Almeno altre dieci saranno posizionate a cura della Polizia locale in luoghi sensibili. Le 11 telecamere per gli edifici pubblici interessano: parcheggio del Bellone, parcheggio Conciatori, palazzo Oropa, palazzo Pella, Protezione civile, Museo del territorio, Biblioteca ragazzi, Biblioteca nuova, piazza Duomo, Parcheggio di via Boglietti, Funicolare. Prima che la rete sia operativa trascorreranno tra 8 mesi e un anno.

Leggi anche:  Reddito di Cittadinanza: rischio di perderlo per chi non presenta integrazione

TORNA ALLA HOME PAGE