Si inaugura sabato 15 giugno la nuova sede di “GATTOPOLI” made in Biella, un progetto nato per aiutare i gattini di strada.

Apre Gattopoli, rifugio dei micetti in città

La signora Paola, meglio conosciuta come “Zia Paola”, portavoce del gruppo di volontarie/i  illustra la  realizzazione di un sogno sbocciato circa un anno fa, nato con lo scopo di salvare gatte gravide e cuccioli che vivono sulle strade. «Abbandonati e in situazioni di pericolo, nel nostro territorio, li accogliamo e cerchiamo di trovare loro famiglie amorevoli che se ne prendano cura. Sovente sono in condizioni disastrose, spaventati, affamati, a volte anche ammalati o talmente piccoli che occorre allattarli costantemente con il biberon. Per ogni gatto forniamo antiparassitari, visite veterinarie, controlli di laboratorio specifici in base all’esigenza dell’animale , vaccini all’età’ consentita, ma soprattutto nel caso di animali con età superiore ai 5/6 mesi eseguiamo la sterilizzazione.

«Il tutto – prosegue Zia Paola – con controlli di pre e post affido che permettono alle volontarie di avere un quadro chiaro dell’animale affidato e a mantenere un rapporto di rete con gli adottanti. Il benessere dei nostri piccoli amici è la spinta che ci permette di continuare in questo tortuoso percorso, spiega Zia Paola, colmo di difficoltà, soprattutto economiche. L’associazione “vive” grazie all’apporto di una quota mensile donata delle volontarie/i e grazie ad alcune donazioni di privati, che ci vogliono sostenere Al momento non sono presenti sovvenzioni pubbliche, ne sgravi fiscali di alcun genere. Pertanto la necessità economica ci fa spaziare in ogni direzione, a tale scopo si organizzano raccolte alimentari, farmaci e antiparassitari in giornate specifiche, eventi social come “APERI…MICIO” mercatini a tema, interventi ricreativi in collaborazione con scuole di danza, palestre fitness, centri benessere. L’associazione è in prima linea nella lotta contro gli abbandoni e promuove la sterilizzazione per contrastare il randagismo sul nostro territorio. Siamo fieri del nostro impegno perché fino ad oggi sono circa 200 i gatti/gattini dati in affidamento, un volontariato attivo che ci gratifica di ogni difficoltà. Ognuno di loro è un piccolo pezzo di cuore, ma di alcuni ne ricordiamo di più gli eventi, come la piccola “Pollicina “ 70 grammi di pelo nero, trovata in una siepe con pochi giorni di vita, stremata. L’abbiamo riscaldata, provato ad allattarla con latte artificiale di ogni tipo , ma nulla sembrava andasse bene. Ci siamo prodigate cercando di farla nutrire da una delle “ mamme pelose “ ospitate tra le varie volontarie , ma nessuna sembrava accettarla. Poi l’ultimo tentativo, 22,30 di sera , mamma Alice , una gattina di circa 8 mesi con 2 cuccioli già suoi. Lei l’ha annusata e si è fatta avvicinare e la piccola gattina, con le ultime forze rimaste si è attaccata immediatamente per lunghi 20 minuti».

Leggi anche:  Ritirato mix di formaggi grattugiati di Latteria Soresina

Iscrivetevi al gruppo Facebook Biella Netweek, collegato alla pagina di Eco di Biella, per essere sempre informati dalla Redazione di Eco di Biella con notizie verificate.

TORNA ALLA HOME PAGE