A Ronco l’ortoterapia che aiuta la memoria.

Ortoterapia alla casa di riposo

Coltivare verdure, erbe aromatiche e alberi da frutto quale efficace terapia contro il progressivo impoverimento delle proprie capacità intellettive e fisiche. In estrema sintesi è questo l’obiettivo principale che si propone il laboratorio di orto-terapia che da maggio sta coinvolgendo con successo gli ospiti in larga parte non autosufficienti della residenza “Il Giardino” di Ronco Biellese, gestita dal gruppo “Sereni Orizzonti”. Voluto dal direttore Michelangelo Gambino e realizzato dallo psicologo-animatore Ermes Campofiloni, questo progetto consiste in una sessione settimanale di lavoro comune nell’orto e nel coinvolgimento quotidiano di diversi ospiti che – a seconda del loro grado di residua autonomia – si prendono cura di una determinata pianta, del cui benessere si sentono a tutti gli effetti responsabili.

Coltivazione per recupero manualità

Oltre a costituire una preziosa occasione di esercizio fisico, la coltivazione delle verdure (zucchine, peperoni, melanzane, pomodori e lattughe), delle erbe aromatiche (rosmarino, origano e salvia) e di tre alberi da frutto (pero, melo e susino) favorisce il recupero della manualità e della memoria tattile e olfattiva, riaccendendo inoltre i ricordi connessi alle attività agresti o di gestione di un orto per chi ne ha avuto esperienza in passato. La frutta e le verdure così coltivate vengono poi offerte in dono ai familiari in visita: un gesto che rafforza in tutti il sentimento di autostima e la convinzione di poter essere ancora importanti e utili per i propri cari.

Leggi anche:  Kammi chiude dopo quarant’anni di attività

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

NOVITA’: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

 

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!