Ucciso da un infarto nello studio del dentista.

Abitava al vernato

E’ stato stroncato da un infarto mentre era in attesa del suo turno in uno studio dentistico di corso De Gaperi in compagnia del figlio. Per un rumeno di 45 anni che abitava con la famiglia al Vernato, non c’è stato purtroppo più nulla da fare: inutili i tentativi di rianimarlo da parte del personale del 118 che le ha provate davvero tutte.

Nulla da fare

Il cuore, peraltro già malato dell’uomo che già in passato si era trovato costretto a superare varie problematiche, ha cessato di battere gettando nello sconforto più totale parenti e amici. Oltre all’ambulanza, sono arrivate le pattuglie della Squadra volanti della polizia con gli equipaggi che hanno sbrigato tutte le pratiche di loro competenza.

Problemi con l’impresa funebre

Ci sono state difficoltà anche per la rimozione del corpo in quanto i familiari hanno dichiarato di non potersi permettere di pagare l’impresa funebre giunta in via De Gasperi per recuperare la salma con gli incaricati che avrebbe desistito dal compito per timore di non essere pagati. E’ stata cosi informata la Polizia locale. La Procura dovrebbe subito concedere il nullaosta per i funerali in quanto le cause del decesso dovrebbero essere chiare.

Leggi anche:  Picchiano mogli e figli: condannati due "padri padroni"

TUTTI I PARTICOLARI LI POTRETE LEGGERE SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA GIOVEDI’

 

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE