Truffe on line, vittime due biellesi. Hanno pagato per oggetti poi mai ricevuti. I venditori sono stati rintracciati e denunciati dalla Polizia.

Truffe on line

Sembrano non volersi placare le truffe on line. A cadere nel tranello, questa volta, sono stati due biellesi. Entrambi si sono rivolti alla Polizia, che è riuscita a rintracciare e a denunciare i venditori truffaldini. Ora un uomo di 40 anni di Potenza e uno 25 anni di Napoli dovranno rispondere dell’accusa di truffa. Entrambi sono già conosciuti dalle forze dell’ordine per precedenti episodi analoghi.

Due casi

Nel primo caso la vittima della truffa è un biellese di 32 anni che voleva acquistare un tubo di scarico per il suo motorino. Ha versato quanto dovuto al venditore effettuando un bonifico bancario, poi lo stesso venditore si è reso irreperibile. L’acquirente biellese si è rivolto alla Polizia.

Del tutto simile l’episodio successo a una donna di 53 anni di Biella, che credeva di acquistare un robot “Bimby” su Marketplace, il servizio vendite collegato a Facebook. La donna ha pagato la somma pattuita effettuando unaricarica Postepay, ma anche in questo caso il venditore si è reso irreperibile.

Leggi anche:  Le 2.310 palline da golf rubate erano a casa di un uomo di Cerrione

TORNA ALLA HOME PE RLEGGERE TUTTE LE NOTIZIE