Trovata morta tra topi e rifiuti la cugina del Ct Pozzo.

Situazione drammatica

E’ stata trovata morta tra cumuli di rifiuti. Tra sporcizia indescrivibile, topi in gran numero che scappavano in ogni dove per cercare rifugio, spaventati, quando degli sconosciuti per loro, i Vigili del fuoco, sono entrati in quella casa fatiscente e si sono imbattuti nel corpo, riverso sul pavimento di una delle camere del primo piano di quello che una volta era il vecchio mulino, nell’omonima frazione di via dell’Acqua, a Cossila San Grato.

Cugina del Ct di due mondiali

La vittima ha un cognome famoso. Si chiamava Roberta Pozzo, 50 anni. E potrebbe essere sul serio una cugina di secondo grado di Vittorio Pozzo, il Ct della Nazionale italiana di calcio due volte campione del mondo nel ‘34 e nel ‘38, che dà tra l’altro il nome allo stadio di Biella, La Marmora-Pozzo.

Parla il nipote di Pozzo

«Non lo escludo – esordisce il nipote del Commissario tecnico, Piervittorio Pozzo, raggiunto al telefono nella sua abitazione di Torino -. Farò delle verifiche. Potrebbe essere la figlia di uno dei due cugini primi del Commissario tecnico…>.

Leggi anche:  Candelo, iniziative di senso civico per rispondere ai vandali

L’ARTICOLO COMPLETO CON LE FOTOGRAFIE E I DATI, LO POTRETE LEGGERE STAMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO