Rubano con la tecnica del “pesciolino” 5.000 euro dalle slot della sala giochi.

Motena attaccata al filo

Con una moneta legata a un robusto filo, tecnica nota, denominata del “pesciolino”, un uomo e una donna sono riusciti a sottrarre giocando alle macchinette della sala slot Gioca Kaos di Vigliano, circa cinquemila euro in vincite non dovute. I fatti sono avvenuti tra il 25 marzo e l’8 aprile scorsi.

La denuncia

A presentare denuncia è stato il proprietario della sala giochi, 49 anni, di Cavaglià, che si è rivolto ai carabinieri. Sono così iniziate le indagine dei militari del comando di Vigliano coordinitati dal luogotenente Fabio Delvecchio, una vita di esperienza alle spalle, che si sono concluse nei giorni scorsi con la denuncia di due persone, un uomo di 33 anni che abita a Cavaglià (sono state fornite le sole iniziali R.C.) e una donna di 31 anni (iniziali M.M.) residente a Zumaglia. L’accusa contestata a entrambi è quella di furto aggravato in concorso.

Leggi anche:  "Evade" da casa dopo una discussione su Facebook per picchiare il suo vicino

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO