Notte da incubo per un giovane, rimasto chiuso per ore in ascensore.

Notte da incubo per un giovane

E’ rimasto chiuso per quattro ore nell’ascensore della propria abitazione, nel cuore della notte. Per tutto il tempo ha urlato, ma nessuno lo sentiva. Protagonista un ragazzo di 21 anni di origine somala. E’ successo nella notte a Occhieppo Superiore, in via Tua.

L’allarme

Alle 4.50 una delle residenti, sentendo delle grida e pensando provenissero da quattro pakistani residenti al piano di sopra, ha chiesto l’intervento dei carabinieri. Non appena sono arrivati in quel palazzo di via Tua, i militari hanno capito che i rumori non provenivano dall’alloggio dei pakistani. Ad urlare era il giovane intrappolato nell’ascensore, che poco prima dell’alba è poi stato liberato.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE