È morto per una polmonite bilaterale asintomatica – che non ha dato pertanto sintomi – e non per colpa del vaccino, il piccolo Samuel Di Martino, di soli 5 mesi. Il decesso è avvenuto la notte del 20 novembre a Strona dove il piccolo abitava con i genitori. A fare luce in modo definitivo sulla morte che aveva gettato dubbi anche sul vaccino di cui Samuel aveva fatto il richiamo solo il giorno prima, è stato il procuratore capo, Teresa Angela Camelio (nella foto), che ha seguito le indagini in prima linea unitamente al sostituto Mariaserena Iozzo. Non ci sono pertanto responsabili e il caso è stato quindi archiviato.

Neonato morto nel sonno

“Il piccolo – ha spiegato il procuratore – era nato in ospedale a Ponderano il 10 giugno 2018 e aveva intrapreso il percorso vaccinale iniziato il 20 agosto. Il primo richiamo è stato eseguito il 20 settembre e il secondo il 15 ottobre. L’ultimo richiamo risale al 19 novembre. Poche ore dopo il piccolo ha avvertito un malore e per lui non c’è stato più nulla da fare”. Secondo la ricostruzione eseguita dalla Procura, quel giorno il bimbo stava apparentemente bene, aveva assunto regolari pasti omogenizzati e poppate di latte. La temperatura corporea era di 35 gradi. Alle 21 si era addormentato, alle 23 la mamma aveva sentito i primi lamenti, alle 2,30 la stessa mamma aveva notato che il respiro del piccolo si era fatto affannoso. Poco dopo – verso le 2,50 – il piccolo non respirava più. Era senza vita e a nulla era servito l’intervento dei genitori. Alle 3 Samuel è stato dichiarato morto. I periti hanno subito escluso responsabilità da parte del vaccino. In realtà il piccolo stava male da giorni, ma l’assenza di sintomi aveva impedito ai genitori di accorgersene. A uccidere il bambino era stata la polmonite senza sintomi.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE NOTIZIE 

Leggi anche:  Beve troppo e aggredisce i carabinieri: arrestato

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale ECO DI BIELLA: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci le impostazioni e le notifiche in modo da essere sempre informato dalla nostra Redazione.