Muore per droga a 25 anni nella sua casa di Chiavazza.

Nulla da fare

Tragedia ieri sera a Chiavazza: un giovane di 25 anni è morto per un’overdose di droga, un mix di eroina e cocaina. L’amico quarantenne è stato invece salvato e già nella notte è stato dichiarato fuori pericolo. La Squadra mobile della polizia, coordinata dal commissario capo Marika Viscovo, sta ora indagando a fondo per riuscire a risalire allo spacciatore.

Ieri sera

L’intervento risale a ieri sera poco prima delle 21 quando è stato chiesto l’intervento di un’ambulanza del “118” in un’abitazione di via della Vittoria a Chiavazza. L’equipe medica ha fatto il possibile per rianimare il giovane. Per un’ora intera medico e infermieri sono rimasti chinati su quel corpo, con il cuore che nonostante le iniezioni di adrenalina, il defibrillatore e gli sforzi continui, non ha voluto saperne di ricominciare a battere. Più di così non si poteva fare.

Doppia dose

Stando alle prime indiscrezioni, il quarantenne che si è salvato si sarebbe iniettato una volta sola dell’eroina.Per il giovane poi stroncato dalla droga, le iniezioni sarebbero state invece due, con un mix micidiale e fatale tra eroina e cocaina.

Leggi anche:  Torna dalle vacanze e trova la casa svaligiata

Terribile ricordo

Di colpo,  a chi tra i curiosi assiepati attorno a quella casa aveva raggiunto la mezz’età, è balzato alla memoria il ricordo funesto dei tanti amici e conoscenti morti allo stesso modo a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta.

V.Ca.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO