Matrimonio combinato per evitare l’espulsione. Voleva sposarsi con un’italiana per ottenere la cittadinanza ed evitare così l’espulsione. Non è però riuscito a convolare a nozze grazie al tempestivo intervento della Questura. Un marocchino di 31 anni già colpito da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, non è riuscito a convincere delle sue buone intenzioni gli operatori dell’Ufficio stranieri coordinati dal commissario Castrenze Cagliari. A tutti è apparso evidente che “questo matrimonio non s’ha da fare, né domani, né mai…”. Conclusi gli accertamenti, nei confronti del giovane è stato notificato un nuovo decreto di espulsione dall’Italia. E’ stato così preso in consegna dai poliziotti di una volante e portato direttamente alla frontiera, imbarcato cioé all’aeroporto di Malpensa su un aereo diretto a Casablanca. Il provvedimento prevede inoltre che il marocchino non possa rientrare in Italia per nessun motivo per almeno cinque anni. Poi si vedrà.

Tutti i dettagli in edicola domani su Eco di Biella.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Leggi anche:  Rubano soldi e oro: bottino di 14mila euro a Donato

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO