Lavoro nero e violazione della sicurezza nei cantieri.

Denuncia e sanzioni

Per i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro, unitamente agli operatori dell’Inps, un artigiano avrebbe fatto lavorare un suo collega come se fosse un suo dipendente. Avrebbe in questo modo violato la legge che regola la materia, la quale sancisce che non è possibile assumere un altro soggetto con partita Iva. Il titolare di una impresa artigiana della valsessera, è stato pertanto denunciato per l’irregolarità e per aver violato alcune norme relative alla sicurezza su lavoro. Per i militari, l’artigiano avrfebbe installato un ponteggio non a norma. L’impianto elettrico, inoltre non è risultato omologato e messo in sicurezza. Gli sono state inoltre elevate sanzioni amministrative per 2.088 euro più 350 euro. Dovraà inoltre regolarizzare al più presto la posizione lavorativa del collega.

Altro cantiere

In un altro cantiere, stavolta a Valle Mosso, gli stessi carabinieri dell’Ispettorato del lavoro hanno contestato al titolare dell’impresa la vilazione di alcune norme in materia di sicurezza su lavoro. Avrebbe in pratica montato un ponteggio in modo non regolare. L’artigiano, oltre alla denuncia, si è visto elevare un verbale di 1.500 euro.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO