La ragazza della chat che voleva sposare in realtà era un uomo. Brutta avventura per un viglianese di 40 anni, sedotto e poi minacciato per soldi.

La ragazza della chat in realtà era un uomo

Dopo essere stato sedotto da una sedicente ragazza conosciuta sui social, credendo di poter intrecciare con lei una vera e propria relazione sentimentale e, in futuro, di sposarla, le ha versato in più occasioni dei soldi su una Poste Pay. Non immaginava che quella ragazza così spigliata fose in realtà un uomo.

La truffa

Vittima del raggiro un viglianese di 40 anni con problemi cognitivi di comprensione certificati. Di fronte alle ripetute richieste di soldi da parte dell’amica di chat, il viglianese ha in un primo momento ceduto. Poi, dopo averle versato circa mille euro, si è rifiutato di darle altri soldi. A quel punto sono iniziate le minacce, tanto da indurre l’uomo a rivolgersi ai carabinieri.

Denunciato

I militari sono riusciti a risalire all’identità dell’intestatario del profilo social: non si trattava di un’avvenente ragazza, bensì di un uomo di 22 anni, Luciano S., originario di Caserta ma residente nel Napoletano. Il giovane è stato denunciato per circonvenzione di incapace.

Leggi anche:  Il cinghialotto Max non ce l'ha fatta

TORNA ALA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE