La protesta contro i cacciatori: “Sparano vicino alle case”.

La protesta

Stavolta c’è chi ci ha messo la faccia e si è fatto fotografare con tanto di cartello in mano per protestare contro i cacciatori che frequentano un’azienda venatoria che, a dire dei proprietari dei terreni limitrofi, di frazione Garella a Castelletto Cervo (nella foto), invaderebbero alcune zone di proprietà privata e sparerebbero a meno dei cento metri minimi previsti dalla legge.

A chi tocca ascoltare?

Lettere di protesta sono state presentate al comune, che ha detto al gruppo di cittadini di rivolgersi alla Provincia. L’ente provinciale si è quindi dichiarato incompetente e ha detto di scrivere alla Regione. Un ping pong di mancate responsabilità che ha spinto i contestatori, impotenti ed esasperati, a rivolgersi ai giornali per far conoscere a tutti ciò che sta succedendo nel loro paese.

LETTERA E SERVIZIO COMPLETO LI POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE