Esposto in Procura per mamma cinghiale e i suoi cuccioli.

Quattro associazioni

Le associazioni A.S.P.A., Legambiente Biella, Legami di Cuore e Nata Libera, si sono rivolte alla Procura delle Repubblica affinché indaghi sulla vicenda della mamma cinghiale uccisa a Bioglio, con quattro dei suoi cinque cuccioli che sono morti nei giorni successivi in quanto privi del latte materno.

Il comunicato

In un esplicativo comunicato, viene rimarcato che, «come associazioni locali sensibili al tema, abbiamo il dovere di non dimenticare la storia di Max (nella foto): il cucciolo di cinghiale, unico sopravvissuto dei cinque fratellini la cui mamma, subito dopo aver partorito, è stata uccisa a Bioglio lo scorso 15 marzo all’interno di un’area verde privata”. Il cucciolo si trova ora al Rifugio Miletta di Agrate Conturbia.

SERVIZIO COMPLETO DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO